Regione Liguria

Cardini

Ultima modifica 12 luglio 2019

 

 

La frazione di Cardini è disposta su una delle colline più belle che si estendono a Nord rispetto al centro di Casarza Ligure.

Caratteristico è il centro storico, recentemente restaurato sia per quanto riguarda le infrastrutture pubbliche sia per quanto concerne l’edilizia privata, grazie alle agevolazioni dovute a finanziamenti regionali destinati al recupero dei centri storici (P.O.I.).


L’intervento ha permesso di valorizzare l’importanza del territorio rurale, attenzione mirata alla salvaguardia del centro storico ma anche del territorio agrario vero e proprio distribuito su tutta la fascia collinare con l’attuazione dei territori di presidio ambientale atti a conservare e a valorizzare le terre ancora coltivate ad oliveti e vigneti e a coltivazioni orticole.
 

La comunità di Cardini è molto unita e orgogliosa delle sue tradizioni e nello stesso tempo accogliente nei confronti dei turisti che frequentano il paese soprattutto nel periodo estivo. A pochi chilometri di distanza dal centro di Casarza è possibile apprezzare un'atmosfera di pace e tranquillità magari passeggiando lungo i sentieri che collegano il paese con le vicine frazioni di Verici o di Bargone.

Ogni anno nel periodo estivo l’ACLI, punto di incontro e di aggregazione nei pressi della chiesa parrocchiale, organizza varie feste, occasioni validissime per gli abitanti e per i turisti per degustare i tipici piatti della tradizione Ligure.

La chiesa di Cardini intitolata all’Immacolata Concezione e S. Bernardo, risale al 1600, è stata recentemente ristrutturata all’interno. La statua di Maria Immacolata è in legno e appartiene alla scuola del Maragliano.

Feste e manifestazioni

Festa parrocchiale: 8 dicembre – Immacolata Concezione
Manifestazioni: Serate gastronomiche nei mesi di Luglio e Agosto.
Associazioni in attività: Circolo ricreativo A.C.L.I. nei pressi della Chiesa Parrocchiale.

Evento sicuramente da segnalare è il  Cardini Critical Wine nel mese di Giugno la fiera del consumo critico di vino.

Agricoltura biologica, degustazioni, assaggi, incontri con i produttori, convegni, musica e pace.

Tre giorni di “Pace, Musica e Vino” nel quale ogni angolo caratteristico, vie e piazzette saranno protagoniste di una vetrina-mercato dei piccoli produttori di vino, cibi biologici e oggetti di artigianato.

Sarà quindi possibile degustare i prodotti dei viticoltori e delle aziende agricole presenti all’evento.