Homepage Comune Casarza

Fattura elettronica


OGGETTO: Avvio delle procedure per l’utilizzo delle fatture elettroniche e comunicazione dei codici identificativi degli uffici di destinazione delle fatture elettroniche stesse. D.M. n. 55 del 3 aprile 2013

L’art 25 del D.L 66/2014 ha stabilito la data del 31 marzo 2015 per l’avvio obbligatorio dell’utilizzo delle fattura elettronica nei rapporti tra i fornitori e gli Enti locali. L’obbligo di utilizzo della fatturazione elettronica nei rapporti economici con la Pubblica Amministrazione, era già previsto dall’art 1 c 209 -214 della Legge n. 244/2007.
Al fine di fornire tutte le informazioni sui requisiti tecnici e sulle modalità di trasmissione delle fatture elettroniche, tramite un apposto sistema di interscambio, è stato approvato il decreto interministeriale n 55/2013 del Ministero dell’Economia e delle finanze di concerto con il Ministero della P.I. e semplificazione. Il mancato rispetto delle procedure e dei requisiti previsti dal D.M 55/2013, così come il mancato utilizzo del canale di trasmissione tramite il sistema di interscambio, comporta lo scarto e la mancata trasmissione della fatture elettronica, non consentendo in alcun modo al Comune il pagamento delle forniture/prestazioni ricevute.

A decorrere dal 31 marzo 2015 il Comune non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in formato elettronico, secondo le specifiche tecniche indicate nel D.M. n. 55/2013.
Inoltre, a decorrere dal 30/6/2015 il Comune non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, fino alla ricezione della fattura in formato elettronico, secondo i requisiti tecnici del D.M n 55/2013.

Al fine di favorire l’attivazione di tali procedure, la normativa stabilisce che le amministrazioni pubbliche debbano individuare i propri uffici designati a ricevere le fatture elettroniche, procedendo ad inserirli nell’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) al fine dell’attribuzione a ciascuno di essi di un “Codice Univoco Ufficio”, elemento fondamentale che dovrà essere indicato nella fattura elettronica affinchè il Sistema di Interscambio (SdI) dell’Agenzia delle Entrate sia in grado di recapitare la fattura elettronica all’ufficio corretto.
La mancata o errata indicazione nella fattura del codice univo dell’ufficio destinatario della Pubblica amministrazione debitrice comporta lo scarto della fattura e pertanto il mancato pagamento della stessa.

Quanto sopra premesso, si comunica che per quanto riguarda il nostro ente, gli uffici destinatari della fatturazione elettronica sono:


XGK6C0 Lavori pubblici e manutenzioni
IYJFMA Personale Segreteria P.I Cultura
Q1B8GW Ufficio Ambiente e servizi sociali
8PE11K Urbanistica Patrimonio
40DM20 Suap demografici e turismo
UFZWMU Uff_eFatturaPA
TYMHVE Ufficio Ragioneria
IO8PW3 Ufficio Tributi
4LOQ4E Polizia municipale


Il codice univo deve essere inserito a cura del fornitore nel campo “Codice destinatario” della fattura elettronica per la fatture messe successivamente al 31/3/2015.
Si precisa infine come, a norma dell’art 25 del D.L. n. 66/2014, il Comune non possa procedere al pagamento di fatture che non riportino il codice identificativo di gara (CIG), tranne nei casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità di cui alla Legge n. 136/2010, e del codice unico di progetto (CUP), quando previsto.

Per i contenuti obbligatori si rimanda al quanto previsto dall’ Allegato “A” del DM 55/2013. Si precisa che questa amministrazione richiede altresì l’indicazione dell’impegno di spesa comunicato ai fornitori ai sensi dell’art 191 del Dlgs 267/2000 che potrà essere inserito nel campo “riferimento amministrazione cliente” e tutti i dati relativi alla cassa previdenziale.

Ulteriori informazioni sulla procedura di fatturazione sono reperibili sul sito htttp://www.fatturapa.gov.it. Si comunica altresì che il Decreto MEF 23/1/2015 introduce l’obbligo di esposizione in fattura dell’assoggettamento dell’operazione fatturata al meccanismo scissione dei pagamenti.
Il sistema è stato pertanto adeguato per permettere l’assolvimento dell’obbligo mediante aggiunta di un valore ( il carattere S) tra quelli ammissibili per il (campo Esigibilità IVA).


Distinti saluti.


Casarza Ligure , lì 31/3/2015


f.to Il segretario comunale
(referente IPA) f.to IL SINDACO
Dr. Vincenzo Camberlingo Claudio Muzio



f.to Il responsabile uff. Ragioneria
Dptt.ssa Elisabetta Bulgaresi